LA SCAPIGLIATA azienda agricola, allevamento di maiali neri , ristorante e….museo!

la scapigliata

 

Voglio parlarvi di questo luogo straordinario situato alla spalle dell’Aurelia nei pressi di Talamone. Azienda agricola che alleva maiali neri allo stato brado, incrocio tra le razze Large Black, Nero dei Nebrodi ed Amiatino, da cui ricava salumi di straordinario sapore e delicatezza e che produce un pecorino affinato nelle vinacce di morellino ( Il cacio di Leopoldo), olio extravergine di oliva, verdure ed ortaggi in quantità e da ultimo ha impiantato un piccola vigna di aleatico tutta da sperimentare.

E’ gestita da una coppia simpatica e straordinaria; lei appassionata anche di storia ed arte ha allestito, in una vecchia stalla di bovini  perfettamente ristrutturata, una mostra museo di gioielli etruschi splendidamente riprodotti con le stesse tecniche di allora da artigiani orafi di Arezzo; tutta da vedere perché non credo esista pari al Mondo. Nello stesso luogo una biblioteca virtuale con storia, vecchie foto e quadri di paesaggi e pittori maremmani. Lui si occupa invece della gestione e della cucina del  il ristorante, che in effetti definirei  la tavola dell’azienda. Infatti all’interno di  un altra stalla di bovini ristrutturata è stata allestita la cucina divisa dalla sala ristorante da un semplice semi bancone, dopo il quale una serie di tavoli di legno non apparecchiati sui quali si mangia con vista appunto sulla cucina.

Il cibo servito è praticamente tutto prodotto localmente ed a Km zero  – veri! – ad eccezione di una serie di splendidi sorbetti artigianali che provengono da un azienda laziale che si possono gustare sia come dolce sia accompagnandoli con il formaggio pecorino (provate l’accostamento è notevole !).

Ovviamente è inutile che vi dica che tutto quello che si gusta  è straordinariamente  buono, ad iniziare dall’abbondante e  tagliere di salumi e formaggi tra cui segnalerei il delicatissimo lardo di maiale nero ed il Cacio di Leopoldo, pecorino affinato nelle vinacce di morellino. A seguire una serie di primi piatti tipici maremmani zuppe di legumi e verdure ed i splendidi tortelli. Come secondo se lo trovate lo spezzatino di maremmana è da urlo !  Il tutto, come detto senza fronzoli, su tavoli di legno che proseguono, d’estate anche nel prato antistante il capannone-cucina con un morellino servito sfuso nei tipici contenitori da osteria, schietto e  di buona fattura che si abbina perfettamente al cibo servito.

20151017_213941

Menu fisso.Costo 25 euro a persona….Da non mancare se siete in zona !!!